HOLO – Olografia per Modelli 3D

Nascita del progetto

Nel contesto dell’industria 4.0 si stanno affacciando nuove metodologie immersive per aiutare il personale tecnico e migliorarne la preparazione attraverso formazione specialistica che usa da un lato la simulazione,  dall’altro l’interazione con modelli olografici 3D.

Per questo abbiamo creato HOLO, un sistema olografico innovativo che visualizza e permette l’interazione in tempo reale con modelli 3d virtuali. Il personale che usa akhenaton potrà esercitarsi su modelli virtuali prima di dover intervenire su parti fisiche con un risparmio notevole di costi e tempi dell’intervento.

HOLO trova applicazione in innumerevoli settori. Ad esempio nel contesto industriale e della Ricerca e Sviluppo, per l’interazione con prototipi digitali e  simulazioni virtuali; ma anche in contesti professionali o di intrattenimento, per una presentazione coinvolgente di oggetti, ad es. per aste o eventi.

Come Funziona HOLO?

L’interazione in tempo reale avviene tramite l’utilizzo di un sistema di “gesture recognition” (riconoscimento di gesti), e ci da la possibilità di:

  • Scegliere e selezionare nel database il modello 3D da visualizzare;
  • Muovere il modello 3D nello spazio (in alto e in basso, verso destra e verso sinistra);
  • Ruotare il modello 3D a 360° in senso orario e antiorario
  • Aumentare e diminuire il livello di zoom 
  • Visualizzare il modello 3D a schermo intero o condiviso, qualora si voglia visualizzare anche la scheda descrittiva.

Campi di Applicazione

  • Percorsi Formativi (percorsi per bambini, non vedenti, didattica universitaria)
  • Industria 4.0 (presentazione prodotti e macchinari, analisi prodotti, prototipi virtuali, reverse engineering)
  • Ricerca e Sviluppo (misurazioni, analisi dati e simulazioni)
  • Intrattenimento (mostre, eventi, fiere, aste, video presentazioni)
  • Commercio (presentazione nuovi prodotti, presentazione eventi, aste, presentazione gioielli, settore moda)

Come funziona l'olografia?

L’olografia è una tecnica di manipolazione della luce, il cui risultato è un ologramma. In particolare, le piramide olografiche sfruttano 4 lastre di varia natura (plexiglass o materiali plastici trasparenti rivestiti, vetro rivestito da specifiche pellicole o vetro ottico) inclinate a 45° e disposte a forma “piramidale” e una sorgente luminosa come un proiettore, un tablet oppure uno schermo.

Data l’inclinazione, quando la sorgente luminosa colpisce la lastra, l’immagine viene riflessa in direzione dell’inclinazione stessa. Nel caso delle piramidi, le immagini proiettate vengono riflesse verso il centro della struttura, fondendosi e creando l’ologramma tridimensionale.

Akhenaton piramide olografica

Contattaci

 

Se hai dubbi,

Se vuoi informazioni aggiuntive,

Se vuoi consigli per applicazioni olografiche,

Se sei amante dell’olografia,

Ma soprattutto se vuoi offrire Soluzioni Digitali Innovative ai tuoi clienti, con effetti spettacolari e personalizzati, non perdere tempo, contattaci compilando il modulo di fianco.

Entra anche tu nella nuova era digitale, con Acmecubo ora puoi!

    Il tuo nome (richiesto)

    La tua email (richiesto)

    Telefono

    Il tuo messaggio