Forno di polimerizzazione: perchè è importante utilizzarlo

Abbiamo deciso di scrivere questo articolo sulla polimerizzazione poichè ci siamo accorti che su internet si trovano poche informazioni dettagliate e corrette, ma moltissime informazioni fuorvianti. L’obiettivo è quello di introdurre la polimerizzazione e spiegare perchè è importante nel processo di stampa 3D con tecnologia SLA, ma anche perchè risulta essere un tassello chiave quando si utilizzano resine medicali o compositi dentali. Inoltre spiegheremo l’importanza di utilizzare un Forno di Polimerizzazione come conclusione del processo, data la grande richiesta che abbiamo riscontrato soprattutto da parte di Service3D e Laboratori Odontotecnici.

 

La Polimerizzazione

Possiamo parlare di polimerizzazione nel momento in cui più molecole di uno stesso composto e a basso peso molecolare (monomeri) si uniscono insieme per formare una molecola più grande (polimero) a più alto peso. La polimerizzazione serve per garantire agli oggetti realizzati tutte quelle caratteristiche fisiche e meccaniche che li rendono dei prodotti di qualità, resistenti e durevoli nel tempo.

I parametri essenziali per una corretta polimerizzazione sono:

  • La potenza di irraggiamento
  • Lo spettro di frequenze della luce
  • La temperatura
  • Il tempo di trattamento

Il tipo di resina utilizzato, le dimensioni e la forma influenzeranno questi parametri, ma la loro corretta impostazione garantirà all’oggetto proprietà meccaniche e fisiche ottimali.

La scelta di questi parametri risulterà quindi fondamentale. Dobbiamo inoltre specificare che per una buona polimerizzazione è necessario garantire all’oggetto:

  • Luce Irradiata con lunghezze d’onda comprese tra 365nm e i 405nm, tipiche degli UltraVioletti (UV)
  • Temperatura compresa tra i 40° e i 60°.

Ogni tipo di resina ha della caratteristiche che possono far variare questi fattori all’interno degli intervalli di valori di cui sopra.

In particolare abbiamo notato che in ambito medicale, con l’utilizzo di resine medicali e compositi dentali, una perfetta polimerizzazione avviene all’interno di forni completamente specchiati e con una temperatura ottimale di 45°. Comunque sia le schede tecniche delle resine o dei compositi danno le informazioni base per capire con che parametri deve avvenire il processo di polimerizzazione (per informazioni aggiuntive e più complete sull’intero processo di polimerizzazione vi rimandiamo al seguente articolo, clicca qui).

Il Forno di Polimerizzazione

Dalla fusione di vari studi scientifici riguardanti il mondo delle stampe 3D nasce Uven , il forno di polimerizzazione made in Italy marchiato Acmecubo Srl.

Un forno per la polimerizzazione pensato per chiunque abbia una stampante SLA a resina, e voglia realizzare prodotti di alto livello di qualità per scopi privati o industriali. Uven è per tutti!

A cosa serve?

Il forno di polimerizzazione fa parte del processo di produzione, è stato creato per finalizzare la stampa 3D. La polimerizzazione è una fase chiave per la realizzazione di un prodotto di qualità, molto più resistente e durevole rispetto alle stampe non polimerizzate. Un ingranaggio, una leva, una protesi, qualsiasi prodotto sottoposto a sollecitazioni va incontro a deterioramento e a rottura se non polimerizzato correttamente.

 

Il vostro prodotto potrebbe funzionare male, dover subire una manutenzione straordinaria, dover essere riparato, e tutto questo ha un costo. Esistono già diversi forni per polimerizzare le resine liquide, ma il nostro UVen offre una garanzia di efficacia ed efficienza al prezzo di mercato più basso. In alcuni casi si utilizzano puntatori uv o fornetti per le unghie, perché a prezzi più contenuti, pensando di ottenere lo stesso risultato. In realtà non è così, non tutte le soluzioni effettuano una polimerizzazione vera e propria, provare per credere. 

Siete ancora convinti che il vostro risparmio sul forno sia reale?

Polimerizzare il vostro prodotto con il forno di polimerizzazione Uven vi garantisce le caratteristiche fisiche e meccaniche di cui avete bisogno:

  • compattezza,
  • durabilità
  • resistenza,

insomma, il miglior risultato al costo complessivo più basso.

Con quali resine è compatibile?

Solitamente i forni di polimerizzazione sono studiati per essere usati solo con alcune resine, o con un solo tipo di stampante. Il nostro forno di polimerizzazione supera questo limite, perché è flessibile e universale, e funziona con qualsiasi resina SLA qualsiasi sia la tua stampante.

UVen è compatibile con:

  • Resine liquide fotosensibili utilizzate per stampare in 3D con tecnologia SLA
  • Compositi dentali e resine medicali

Funzionamento

Il suo funzionamento è stato studiato per essere semplicissimo: si può impostare il tempo di esposizione e  la temperatura.  

La camera interna completamente specchiata garantisce  una polimerizzazione uniforme su tutto l’oggetto, indipendentemente dalla sua forma. Inoltre Uven vi avverte al termine del processo per farvi risparmiare tempo e si spegne se lo aprite, anche solo accidentalmente, per salvaguardare la vostra salute dall’esposizione ai raggi UV. Noi vi aiuteremo nella scelta più giusta, ma sarà Uven a fare tutto il lavoro per voi.

Per maggiori informazioni sul suo funzionamento potete:

Per concludere

Se sei un maker navigato o alle prime armi,  se sei una società di service di stampa 3D, o se vuoi realizzare i tuoi oggetti in autonomia hai bisogno di Uven,un prodotto pensato per fare la differenza. Non accontentarti, scegli il meglio per le tue lavorazioni.

Migliora la qualità dei tuoi lavori con Uven, vedrai che non potrai più farne a meno!

About The Author

Alessandro Panza